Tag

, , ,


Mosca, 15 feb. (Adnkronos/Ign) – Circa mille persone sono rimaste ferite a causa di una pioggia di meteoriti sulle montagne degli Urali. Come hanno riferito le autorità russe di Chelyabinsk, citate dall’agenzia di stampa Interfax, tra i feriti ci sono oltre 200 bambini. Due persone, tra un centinaio finito in ospedale, sono in gravi condizioni. La maggior parte delle persone, ha spiegato il ministero dell’Interno, è rimasta ferita dai vetri che sono andati in frantumi a causa dell’impatto del meteorite. Complessivamente sono stati riportati danni in almeno 6 città della regione, situata a circa 1.500 chilometri ad est di Mosca. “C’è stata una grande palla di fuoco, che poi è precipitata. Tutto è accaduto in pochi secondi”, ha raccontato un abitante della zona all’agenzia stampa Itar-tass. Altri testimoni hanno descritto lampi, esplosioni e nuvole di fumo.

I frammenti del meteorite hanno colpito numerose case, distruggendo tetti e finestre, ma la centrale nucleare che si trova nella zona non è stata interessata. Tutte le scuole della zona oggi sono rimaste chiuse. In questo periodo dell’anno nella zona fa molto freddo e la temperatura registrata a Chelyabinsk oggi era di 18 gradi sotto lo zero.

Le autorità hanno sottolineato che il danno avrebbe potuto essere molto più grave se i frammenti di meteorite non fossero caduti in una zona scarsamente popolata. Il vicino impianto nucleare di Mayak non è stato coinvolto, stando a notizie che citano le autorità.

La pioggia di meteroriti, ha poi spiegato Andres Ottenbacher, esperto dell’Esa, agenzia spaziale europea, è stata provocata dall’esplosione di un unico meteorite nell’atmosfera che si è disintegrato prima di toccare terra. “I danni sono stati provocati dall’onda espansiva dell’esplosione”, ha detto Ottenbacher il quale non ha dubbi sulla natura del corpo celeste esploso: “non era un satellite ma un meteorite che non fa differenze tra i paesi”.

La Nasa ha invece assicurato che non vi è alcun legame fra il meteorite caduto oggi e l’asteroide che passerà stasera (alle 20.43, ora italiana) vicino alla Terra. “Secondo gli scienziati della Nasa, la traiettoria del meteorite russo era significativamente diversa da quella dell’asteroide 2012 DA14”, ha detto l’agenzia spaziale americana, che esclude il collegamento fra i due fenomeni. Il meteorite russo è arrivato in direzione nord-sud, mentre l’asteroide si sta muovendo in direzione opposta, da sud a nord.